Elenco blog personale

domenica 31 luglio 2016

30 luglio - Foto della contestazione a Renzi a Taranto


30 luglio - Sostegno e appoggio alla grande lotta degli operai del gruppo Kamila/Italtrans



Una lettera alla stampa che riassume la lotta
Buongiorno,
le invio una nota per riassumere i contenuti della vertenza sindacale, che al tempo stesso rappresenta una situazione al limite dei diritti civili e umani, per i lavoratori della logistica nei magazzini del gruppo kamila Italtrans (brignano, basiano, calcinate) gestiti principalmente dal consorzio Cisa con le sue rete estesa di cooperative. 


La condizione dei lavoratori (più di 600 persone al 90% immigrati è pesante, ritmi e carichi di lavoro molto duri, aggravato dal lavoro gestito praticamente con una forma di cottimo, privazione dei diritti elementari fino a non avere più una propria vita privata, basti tenere presente che per i lavoratori è impossibile gestire turni, orari e sedi di lavoro: sanno quando entrano e non quando escono (10/12/14 ore sono cosa normale), le comunicazione e le variazioni arrivano con un sms a tutte le ore anche notturne. Una totale discrezionalità usata anche in termini punitivi (un equivalente delle punizioni corporali), quando un lavoratore non dimostra la massima subordinazione e ubbidienza, viene
lasciato senza lavoro per più giorni, o spostato in una sede scomoda... o gli viene assegnato un turno con sole 3/4 ore, a seconda della colpa di cui si è macchiato... Un lavoratore è dal 16 maggio che non viene più chiamato al lavoro senza una spiegazione, senza una comunicazione scritta...  
Antisindacalità, pressioni minacce di ogni genere per impedire il minimo gesto di ribellione come iscriversi al sindacato, testimoniate da tante voci e da mille fatti quotidiani oggi, oltre che per condizioni di lavoro dignitose stiamo lottando per il reintegro di 4 lavoratori licenziati perchè si sono recentemente iscritti al sindacato, per uno, il nostro attivista, sospeso disciplinarmente con un'accusa falsa appena si è iscritto, contro la deportazione di 40 lavoratori del magazzino di basiano, che appena iscritti sono stati divisi e dispersi in altri appalti anche lontani, compresi quelli che non sono automuniti... e al lavoro nel magazzino di basiano sono stati sostituiti con una cooperativa fatta venire da roma... 

sabato 30 luglio 2016

30 luglio - TARANTO: Renzi pensava di fare passerella ma ha trovato un'intensa giornata di ribellione



per cominciare
La Repubblica‎ - 1 ora fa
Taranto, la contestazione contro Renzi per l'Ilva: "Ci state ammazzando". Condividi. La visita ...
Il Fatto Quotidiano‎ - 41 min fa
L'Huffington Post‎ - 4 ore fa

www.ilfattoquotidiano.it › Politica
41 min fa - Protesta contro il premier che ha firmato un nuovo piano di investimenti per il capoluogo. Polemico il governatore pugliese: "Oggi abbiamo fatto ...
www.huffingtonpost.it/.../matteo-renzi-taranto-contestato_n_11255984.h...
4 ore fa - Un gruppo di alcune decine di manifestanti ha protestato vicino al Museo Archeologico Nazionale di Taranto dove c'è stata la visita del premier ...
video.corriere.it/renzi-taranto-contestazione.../a04a1afa-5568-11e6-af7a-...
6 ore fa - Renzi a Taranto, la contestazione dei cittadini per l'Ilva e l'emergenza ... Ma fuori continua la contestazione di alcuni lavoratori nei confronti del ...
video.corriere.it/taranto...contestazione-renzi-taranto.../780c3ae6-5581-1...
3 ore fa - La protesta a taranto di fronte al Museo Archeologico Nazionale di Tarantodove c'è stata la visita del premier, Matteo Renzi. TRM | Agenzia ...
www.today.it/politica/renzi-contestato-taranto-video.html
4 ore fa - Dura contestazione contro il presidente del consiglio oggi a Taranto insieme al ministro Franceschini: "Qui perchè non temo gli insulti".
www.affaritaliani.it/.../taranto-libera-la-contestazione-di-renzi-a-taranto-g...
5 ore fa - (Agenzia VISTA) Taranto, 29 luglio 2016 - TRM Un gruppo di alcune decine di manifestanti ha protestato vicino al Museo Archeologico ...
www.lastampa.it › Politica
2 giorni fa - Il premier, nonostante le contestazioni, ha messo la faccia per Taranto. «In questa città finora la politica ha pagato con assegni a vuoto e ...
www.studio100.it/?p=20740
6 ore fa - CONTESTAZIONE E TENSIONE. INTERVENTO POLIZIA ... ATARANTO RENZI, FRANCESCHINI ED EMILIANO · 29 luglio 2016 Studio100.
Video relativi a contestazione a renzi a taranto
video.ilmessaggero.it/.../renzi_contestato_a_taranto_da...
Renzi contestato a Taranto da operai e ambientalisti. Lanci di bottiglie e insulti "Buffone"

30 luglio - Fincantieri Palermo: passa di pochissimo l’accordo integrativo



191 a favore e 168 contro per 365 votanti su 450 operai e impiegati aventi diritto. Quindi, l’accordo è passato per pochi voti. Una parte degli operai ha votato sicuramente sì perché spinti da Cisl e Uil che si dicono soddisfatti e dal fatto che oramai l’accordo è stato approvato a livello nazionale, e in questo senso possiamo dire che hanno votato sì per “stanchezza”, mentre una parte non si arrende all’ennesima presa in giro: se dopo 18 mesi di trattativa! Come ha il coraggio di dire Landini, il risultato è questo… tra scioperi e manifestazioni e denunce penali questi “soldi” non basteranno nemmeno a pagare gli avvocati!
E a Palermo, in particolare questo accordo non si doveva accettare perché non si vede ancora niente per un vero rilancio e il rientro dalla cassa integrazione di molti operai.
È chiaro che a settembre, insieme alla questione aperta del contratto nazionale, il “no” contro l’accordo integrativo detto in questa occasione deve diventare la base di partenza per una organizzazione sindacale che sia davvero nelle mani degli operai!

Fincantieri, passa a maggioranza l’accordo integrativo

30 luglio - ASSISTENZA IGIENICO-PERSONALE: CONTESTIAMO L’ANFASS PALERMO CHE SOSTIENE I TAGLI DEL GOVERNO, MA SOLO SULLA PELLE DEGLI STUDENTI DISABILI E DELLE LORO FAMIGLIE, DEGLI ASSISTENTI SPECIALIZZATI E DEI COLLABORATORI SCOLASTICI STATALI.

Comunicato stampa
Palermo, 30 luglio 2016

Questa O.S., in nome e per conto delle famiglie di studenti disabili e degli assistenti igienico-personale specializzati che rappresenta da anni, contesta con forza quanto dichiarato dal Presidente dell’Anfass Palermo, Antonio Costanza, nell’intervista pubblicata in data odierna dal Giornale di Sicilia (pag.29), in riferimento in particolare all’ipotesi che il servizio possa essere affidato ad altro personale non specializzato.

Fermo restando che il diritto alo studio per gli studenti disabili, a partire  dalla scuola dell’infanzia e fino al massimo grado di istruzione, è un diritto inalienabile e “inviolabile”, come si afferma nella suddetta intervista, previsto, già a partire dalla Costituzione Italiana, dalla normativa vigente nel nostro paese, non si comprende proprio come questo diritto possa essere garantito agli studenti disabili avallando, come fa il Presidente dell’Anfass Palermo, il vergognoso provvedimento di legge che è stato approvato in Sicilia in merito all’erogazione del servizio di assistenza igienico-personale, nello specifico l’art.10 delle legge Regionale 8-2016, votato a maggioranza all’Ars solo per mettere in atto l’ennesima operazione di macelleria sociale.

Dichiarare nell’intervista in modo generico “che alle famiglie interessa che i servizi siano garantiti dal primo giorno di scuola, con continuità…” è come dire  che basta che ci sia e non interessa come venga fornito!, avallando in sostanza il vero e proprio peggioramento  della qualità di un servizio delicato e importante per gli studenti che ne abbisognano, O ADDIRITTURA LA CONCRETA NON EFFETTUAZIONE di un servizio che fino ad oggi in tutta la Sicilia (perché, ricordiamo al Dott. Costanza, che si tratta di una questione regionale e non solo palermitana) è stato garantito da 1500 assistenti specializzati in possesso di idonea qualifica, conseguita ai sensi della Legge Regionale 845/78 a seguito di corsi di 600/900 ore e che hanno maturato negli anni, fino a 20, una ricca esperienza sul campo.

Ma l’Anfass di Palermo invece che fa? Pur di avere il servizio, avalla lo scaricamento di esso, perché di questo si tratta, ai Collaboratori Scolastici delle scuole, non provvisti di titolo adeguato, di alcuna esperienza nel settore, straoberati di mansioni nelle scuole - forse il Dott. Costanza non conosce cosa devono fare i CS nelle scuole ogni giorno -  e sempre di meno numericamente a causa dei tagli dei vari governi agli organici; Collaboratori Scolastici, oggi, obbligati dall’USR SICILIA illegittimamente a fare dei vergognosi corsi attraverso i quali dovrebbero essere “formati” con 40 ore di lezione , di cui solo 16 sulla disabilità!

SAREBBE QUESTO IL MODO CONSONO PER GARANTIRE AGLI STUDENTI DISABILI “L’INVIOLABILE” DIRITTO ALLO STUDIO?

CHI, A PARTIRE DALL’USR SICILIA, STA METTENDO IN ATTO QUESTO SCEMPIO E’ RESPONSABILE PESANTEMENTE DELL’ATTACCO AL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI E ARTEFICE DI VERE E PROPRIE SICURE INTERRUZIONI DI PUBBLICO SERVIZO CHE INEVITABILMENTE SI MANIFESTERANNO NELLE SCUOLE A PARTIRE DALL’A.S. 2016-17.

Denunciamo, peraltro, anche le false informazioni che vengono date attraverso questa intervista e l’articolo in alto ad essa, pubblicati sul Giornale di Sicilia, perché se è vero che a Palermo nelle scuole di I grado il servizio di assistenza igienico-personale è continuativo, occorre anche specificare però, cosa che invece non viene fatta, che esso è fornito da figure specializzate, cioè gli assistenti igienico-personale qualificati, stabilizzati da alcuni anni dal Comune di Palermo, e NON DAI COLLABORATORI SCOLASTICI STATALI, così come accade per esempio anche Trapani; e per di più non è assolutamente vero che al di fuor della Sicilia questo servizio sul territorio nazionale è svolto dai collaboratori scolastici, perché, come ha denunciato con forza questa O.S. sia in Prefettura nell’incontro del 4 Luglio sia all’audizione all’ARS presso le Commissioni Bilancio e Cultura/Formazione/Lavoro del 13 Luglio scorso, il servizio igienico-personale in diverse regioni è svolto da figure specializzate specifiche, cosa che la stessa Dott.ssa Altomonte dell’USR Sicilia, presente ai suddetti incontri istituzionali, ha dovuto confermare più volte.

giovedì 28 luglio 2016

28 luglio - cgil-cisl-uil puntello dei padroni


27 luglio - Dal Processo Ilva/Riva: "GLI AVVOCATI DI RIVA E DEGLI ALTRI IMPUTATI SI VOGLIONO DIFENDERE DAL PROCESSO ANZICHÈ NEL PROCESSO"



RIPORTIAMO PARTI DELLA LUNGA REPLICA CHE L'AVVOCATO ENZO PELLEGRIN, A NOME ANCHE DEGLI ALTRI AVVOCATI DI TORINO, LEGALI DELLE PARTI CIVILI PRESENTATE DALLO SLAI COBAS SC AL PROCESSO ILVA DI TARANTO, HA FATTO MARTEDI' 26 LUGLIO, DEMOLENDO E SCHERNENDO PUNTO PER PUNTO LE "ECCEZIONI" POSTE DAGLI AVVOCATI DI RIVA E SOCI.


"Le parti civili non sono un ostacolo ma sono sicuramente intenzionate ad essere, per quanto è possibile, per quanto le loro forze lo consentano, per quanto i loro argomenti saranno considerati efficaci, un ostacolo al fatto che questo processo non si faccia..." (ha detto in conclusione).

(Dall'intervento): 
"Affrontando le tematiche proposte in via generale sia dall’avv. Annichiarico (legale di Nicola Riva) che dall’avv. Caiazzo (difensore di Archinà) si rimane alquanto stupiti dalle loro parole di introduzione.
L’avv. Annichiarico iniziando a prospettare una lunga serie di eccezioni, ha affermato che, “in questo modo la Corte si sarebbe resa conto dell'incredibile carico che le costituzioni di parte civile rappresentano in questo processo”

27 luglio - Autorizzato Occupy Renzi in Piazza Garibaldi 29 giugno



La questura ha comunicato l’autorizzazione all’occupazione di piazza Garibaldi dalle 9.30 in poi  il 29 luglio in occasione della visita di Renzi.
Tutte le forze sindacali e politiche, associazioni ambientaliste e ogni tipo di comitati che vogliano far sentire le loro ragioni e la loro voce sono invitate a partecipare in piena autonomia in questa piazza.
Per unire le ragioni della protesta.
Per la difesa del lavoro, salute, futuro della città.
Più saremo più ci faremo sentire!
è importante
 comunicato appello
OCCUPY –RENZI
rivolta a tutti i lavoratori, precari, disoccupati, giovani, donne, migranti, cittadini di Taranto e provincia. 
Contro il 10° decreto Ilva per il lavoro, la sicurezza, la salute, la tutela dell’ambiente, l’ambientalizzazione, le bonifiche, il risanamento dei quartieri inquinati.
Contro il jobs act- per il lavoro ai disoccupati, il salario garantito ai senza reddito, le case, i trasporti, i servizi sociali.
Contro il piano sanitario nazionale e regionale, contro ogni chiusura degli ospedali e dei servizi ospedalieri e sanitari nella nostra provincia, contro i ticket sanitari...
Contro Temparossa, inceneritori, discariche.
Contro gli aumenti di tariffe elettriche, gas, acqua, tassa sui rifiuti e tasse in genere...
Contro la ‘buonascuola’ per una scuola gratuita e di massa, per l’assunzione, stabilizzazione, salario e orario contrattuale pieno, di tutti i precari insegnanti, personale scolastico, lavoratori delle pulizie scuole e asili.
Contro l’HOT spot a Taranto, per l’accoglienza e la libera circolazione dei migranti. 
 Tutti insieme siamo forti e facciamo sentire un grande grido di protesta e proposta di tutta la città del lavoro, della salute del nuovo sviluppo al servizio della trasformazione della città
proposto da
Slai Cobas per il sindacato di classe Taranto
slaicobasta@gmail.com
347-5301704
22-7-2016


27 luglio - SICUREZZA SUL LAVORO: KNOW YOUR RIGHTS! NEWSLETTER N. 264 DEL 27/07/16



NEWSLETTER PER LA TUTELA DELLA SALUTE
E DELLA SICUREZZA DEI LAVORATORI
(a cura di Marco Spezia - sp-mail@libero.it)

INDICE

PRESENTATO AL SENATO UN DISEGNO DI LEGGE PER STRAVOLGERE LA NORMATIVA SU SALUTE E SICUREZZA
1
L’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E I PROBLEMI DI CUORE
3
ESPOSIZIONE AD AGENTI CHIMICO-FISICI: DOMANDE E RISPOSTE
5
CADUTA AL SUPERMERCATO: RESPONSABILITA’ DEL DIRETTORE ANCHE VERSO TERZI
11
IL RISCHIO DI CLIMA ESTREMO CALDO IN EDILIZIA
12
IMPARARE DAGLI ERRORI: SE NON SI METTE IN SICUREZZA IL CARICO
15