Elenco blog personale

domenica 29 aprile 2012

ASS. NAZ. SLAI COBAS: PESSIMISMO DELLA VOLONTA' CHE OFFUSCA LA RAGIONE.



L'assemblea dello slai cobas del 20 aprile presentata come ‘Assemblea nazionale operaia’, in realtà non ha avuto una precisa caratteristica, e questo, interno alla più generale impostazione, non ha portato a nessuna conclusione.
L'assemblea poteva essere un’assemblea di solidarietà con gli ex operai Alfa ora Innova - anche se di fatto è stata sostanzialmente questo - dato che questi operai da tempo stanno portando avanti una lotta di resistenza e sono stati oggetto recentemente dell'azione repressiva combinata di azienda e polizia che hanno sgomberato il presidio; inoltre, comunque l'Alfa resta un simbolo di opposizione ai piani Fiat e della battaglia dello slai cobas. Ma questo non è stato esplicitamente, nonostante che in termini di presenza in sala, di interventi, la questione Alfa/Innova ha pesato per l’80%.
Poteva essere una prima, e in questo senso importante, assemblea di raccolta di operai dei sindacati di base, per unire e dare piano, prospettiva alla battaglia contro l'azione del padronato/riforma del lavoro, a partire chiaramente dalla Fiat. Ma questo ....

sabato 28 aprile 2012

1 MAGGIO 2012



1 maggio
contro l’attacco ai salari, alle pensioni,
contro la ‘riforma del lavoro’ e l’attacco all’art.18,
per il lavoro e il salario garantito a lavoratori, precari, disoccupati,
per la sicurezza e la difesa della salute sui posti di lavoro e sul territorio,
per l'unità operai italiani-operai immigrati contro schiavismo e razzismo, sciopero generale per rovesciare il governo Monti e ogni governo dei padroni, per un sindacato di classe nelle mani dei lavoratori
 il potere deve essere operaio !


slai cobas per il sindacato di classe
coordinamento nazionale
cobasta@libero.it

adesione al 9 maggio Incontro sindacale del 19 aprile 2012 a Firenze, sindacati di base, conflittuali e autorganizzati

lo slai cobas per il sindacato di classe aderisce alla giornata di lotta del
9 maggio
nelle forme che le varie sedi dei cobas e i vari cobas riterranno opportune
e praticabili
assemblee- presidi - scioperi e manifestazioni
un calendario verrà approntato nei prossimi giorni ma come già annunciato
altre iniziative saranno messe in cantiere a partire dalla metà di maggio

slai cobas per il sindacto di classe
coordinamento nazionale
cobasta@libero.it
28 aprile 2012


Comunicato Stampa
Incontro sindacale del 19 aprile 2012 a Firenze
Il 19 aprile 2012 si è svolto a Firenze un incontro sulla situazione
politico-sindacale generale fra CUB, USB, CIB Unicobas, ORSA, Si Cobas,
Snater e USI. Lo SlaiCobas, seppur assente, condivide quanto deciso.
Dalla discussione è emersa la comune valutazione ......

venerdì 27 aprile 2012

Inghilterra: prima serrata in 50 anni; Vittoria nei Paesi Bassi; l'appello del Primo Maggio


Uno dei più potenti strumenti a disposizione dei sindacati è lo sciopero.

Per i datori di lavoro, l'equivalente sarebbe la serrata. Quando un datore
di lavoro chiude fuori la sua forza lavoro, o arriva persino a .....

16-19 Maggio: Blockupy Frankfurt

*#BLOCKUPY FOR GLOBAL CHANGE!*

* Convocazione transnazionale alla mobilitazione a Francoforte, 16-19
maggio.Solidarietà Internazionale nella nostra lotta comune*

per info partenza da Bari: 3392248494


Stiamo convocando proteste di massa a Francoforte questo maggio contro il
regime di crisi dell'Unione europea. Siamo attivisti che rappresentano una
moltitudine di movimenti e di lotte di ......

giovedì 26 aprile 2012

VIDEO_Arese - ANPI FUORILEGGE il 25 aprile_I licenziati ALFA voltano le spalle al commissario prefettizio e poi lo contestano

VIDEO_Arese - ANPI FUORILEGGE il 25 aprile
http://www.youtube.com/watch?v=DsapOR5li6I

http://www.youtube.com/slaicobas
http://www.slaicobas.it/

25 aprile 2012
Oggi ad Arese UN FATTO DI UNA GRAVITA' INAUDITA:
il commissario prefettizio viceprefetto CHIODI, responsabile tra l'altro 
dell'ufficio legale della prefettura di MILANO, HA VIETATO ALL'ANPI DI 
PRENDERE LA PAROLA NEL CORSO DELLA CERIMONIA PER IL 25 APRILE.

I LAVORATORI LICENZIATI DELL'ALFA ROMEO DI ARESE, UNITAMENTE ALLA 
MAGGIORANZA DEI CITTADINI PRESENTI IN PIAZZA, HANNO GIRATO LE SPALLE AL 
VICEPREFETTO ALLORCHE' HA INIZIATO A PARLARE.

Nei giorni scorsi CHIODI aveva anche disdetto un incontro già convocato per 
iscritto con i lavoratori dell'ALFA ROMEO licenziati dall'azienda 
spionistica INNOVA SERVICE. Il giorno dopo c'è poi stata la distruzione 
della tenda dei licenziati ad opera di un centinaio di poliziotti e 
carabinieri.

Stamattina, al termine della cerimonia per il 25 aprile, i lavoratori 
licenziati hanno chiesto nuovamente di incontrare il commissario ma CHIODI 
si è rifiutato.

Arese, 25 aprile 2012

Slai Cobas Alfa Romeo di Arese

Sevel in crisi

ATESSA. E' tempo di vacche magre in casa Sevel. La "crisi economica" ha 
inferto un duro colpo ai 350 lavoratori dello stabilimento di Atessa che non 
si vedranno rinnovare i contratti di lavoro in scadenza il 28 aprile.
L'azienda chiuderà i battenti nei giorni 7, 8 e 9 maggio ed ha comunicato ai 
sindacati territoriali, compresa la Fiom Cgil, la cassa integrazione per il 
28 maggio e l' 11 giugno.
A scatenare la bufera è stato........

Lotta lavoratrici e lavoratori delle pulizie scuole statali di Taranto

700 lavoratrici e lavoratori delle pulizie scuole statali di Taranto, hanno
avuto la
conferma che la cigs in deroga, come noi dello slai cobas avevamo previsto,
è stata ridotta del 50%, dunque un salario già misero viene ulteriormente
ridotto.
Non solo, c'è il rischio concreto che l'INPS chieda alla Dussmann service
Srl la restituzione del 100% della cigs fino ad ora anticipato  e di
conseguenza la ditta si rivalga sulle buste paga dei lavoratori.
La maggioranza di chi lavora nelle scuole sono donne sole con figli a cui
dar da mangiare, che già fanno i salti mortali per ..........

Lavoratori scuola: un segnale nazionale


Un corteo a carattere nazionale con delegazioni di lavoratori precari della
scuola provenienti da Bologna, Roma, Mantova, Novara, Ravenna..In centinaia
dal pirellone, palazzo simbolo in Lombardia dell'attacco alla scuola
pubblica ed ai lavoratori oggi con la chiamata diretta delle scuole, ieri
con finanziamenti alle scuole private, la regionalizzazione della
formazione professionale etc. sino a piazza Fontana un lungo percorso con
diversi sit in che hanno bloccato snodi importanti del traffico cittadino.
Nè è mancata la denuncia dell'operato del governo e dei suoi ministri “No
alla scuola dei padroni, via Profumo dimissioni” e “No alla scuola di
Formigoni, no all' Aprea dimissioni”

Non è che l'inizio, parte della lotta contro i tagli e la precarietà,
contro la falsa “continuità”che deriverebbe dalla chiamata diretta delle
scuole, quando l'unica continuità è la stabilizzazione: in un gioco di chi
vorrebbe contrapposizioni tra lavoratori e “utenti”, dove a perdere diritti
e dignità sono tutti. Lavoratori precari e non, giovani e meno giovani.

Milano 21.4.12

Slai COBAS per il sindacato di classe

Grande manifestazione a Milano dei lavoratori della scuola!!

Comunicato manifestazione milano 21 aprile prox appuntamento e prima
rassegna stampa e video: diffondete

COMUNICATO STAMPA

Grande manifestazione a Milano dei lavoratori della scuola!!

Si è svolta oggi, 21 aprile, a Milano una grande manifestazione di
lavoratori della scuola e studenti, promossa dai coordinamenti di precari
di tutta Italia.
Sono scesi in piazza circa un migliaio di lavoratori per urlare la propria
rabbia contro la chiamata diretta, recentemente approvata in Regione
Lombardia e ........

Negli Usa torna lo sciopero generale

CORRISPONDENZE
Dopo 66 anni, lanciato per il prossimo primo maggio da Occupy Wall Street, 
torna lo sciopero generale negli Stati Uniti, dove è vietato per legge. 
Stanno tuttavia circolando molti manuali, rivolti ai lavoratori stabili e 
precari, che illustrano i tanti modi per partecipare
http://ilmegafonoquotidiano.globalist.it/news/negli-usa-torna-lo-sciopero-generale

Felice Mometti
Come andrà nessuno può dirlo. Nessuno è in grado di dirlo. Lo sciopero 
generale del 1° maggio indetto dal movimento Occupy americano è una novità 
assoluta per le forme che assumerà e per il modo in cui è stato costruito. 
Dopo 66 anni, dallo sciopero di Oakland del 1946, si parla di nuovo di 
sciopero generale. C'è voluto un movimento ........

la guerra di riva a taranto

la guerra di riva a taranto ora CONTINUA SUL FRONTE DELLA COMUNICAZIONE
rispondiamo con la guerra di classe

slai cobas per il sindacato di classe
ilva taranto


Dopo la marcia del 30 marzo organizzata da azienda e capi l'Ilva passa alla
guerra mediatica. Per 4 settimane ha programmato.....

giovedì 19 aprile 2012

INCONTRO A ROMA PER L'ILVA

dire la verità ai lavoratori ilva e alla città
agli operai ilva Riva deve pagare- la fabbrica si deve bonificare
alla città - l'ilva non si chiude - con la lotta e non con il voto o la
magistratura si può ottenere bonifica-lavoro-risarcimento


presidi di informazione e lotta giovedì 19 aprile  ore 6 a tutte le
portinerie ilva
27 aprile -assemblea cittadina ore 17 - via rintone 22 taranto

comunicato
Noi siamo perchè il governo sostenga un reale piano di bonifiche e
disinquinamento e che l'Ilva di padron Riva, prenda in parola ordinanze e
perizie giudiziarie per ............

contro il licenziamento per "motivi economici" di Jean Luc lavoratore della Tramvia di Firenze

Il Centro Popolare Autogestito Firenze Sud aderisce al presidio contro il 
licenziamento per "motivi economici" di Jean Luc lavoratore della Tramvia di 
Firenze
Segue l'appello di convocazione:

Il 27 di marzo 2012, Jean-Luc
Laugaa , A.D. dell’azienda Gest (di proprietà della multinazionale Francese
Ratp) che gestisce la Tramvia di Firenze, ma anche A.D.  di  “Autolinee 
Toscane” (nella quale
Ratp è socio unico), addirittura anticipando la riforma Fornero, ha 
licenziato
in tronco il delegato Cobas aziendale richiamandosi alla “motivazione
economica” (taglio di una linea).

Questo sarà l’utilizzo che.......

federazione autisti operai


COMUNICATO NAZIONALE FAO 15-4-2012

Comunicato stampa 15-4-2012

Nuove vittorie, iniziative e situazioni in sviluppo

In queste condizioni sociali e politiche, che in Italia significano onestà o
corruzione, democrazia o potere, libertà o dittatura padronale, reddito o
schiavitù, Resistere è già Vincere.

Tuttavia noi vinciamo anche battaglie significative.

È il caso di Ahmed, lavoratore della Bommartini (VR), che ha ottenuto grazie
alle ns.vertenze sindacali e legali, in pochi mesi, le intere retribuzioni
che l'azienda non gli riconosceva, tra gennaio e l'inizio di aprile scorso.
Ora è stracolmo di contestazioni disciplinari per lo più incredibili ed
insostenibili, di cui prossimamente daremo conto come caso esemplare, lo
faremo dopo l'audizione che è fissata questo mese.

È il caso di Tanase, lavoratore della Mattiuzzo (VE) in causa contro il suo
licenziamento, di cui al ns.comunicato del 17 marzo 2012, che ha ottenuto
grazie alle ns.azioni sindacali e legali, il pagamento delle retribuzioni
"bloccate" dalla azienda, a causa dell'incidente, in cui miracolosamente è
rimasto illeso, che l'azienda ebbe imputare alla sua negligenza, dopo però
essersi "glissata" dal confronto arbitrale alla Direzione del lavoro
competente.

È il caso di altri lavoratori le cui aziende dopo avergli gettato addosso
delle sanzioni disciplinari, si sono guardate bene dal nominare il proprio
arbitro, facendole annullare.

È il caso di autisti che si rivolgono a noi per licenziamenti orali, che in
alcuni casi rientrano prontamente. Magari dopo che altri sindacati gli
avevano detto "non si può fare nulla".

È il caso di autisti vessati con la richiesta aziendale di lasciare il
camion in altra sede e di ritornare a casa in treno per ritornare poi il
lunedì mattina a riprenderseli, cose avvenute in aziende e basi operative di
Cuneo, Frosinone, Mantova, Padova, Spezia, Livorno, Civitavecchia, nei mesi
scorsi. Casi in cui siamo intervenuti prontamente ottenendo in genere il
rientro delle misure vessatorie, e in alcuni casi stiamo presentando ricorsi
in tribunale per le spese sostenute dal lavoratore colpito di turno in
questa maniera. Beninteso per esempio alla SAR ci sono anche autisti che si
sono cacati nei pantaloni e che hanno subito l'arbitrio (questo lo hanno
fatto dopo essersi rivolti a Confederazione cobas e non dopo essersi rivolti
a noi).

È il caso di Dino, autista di consegne anche a valore, che era stato
licenziato di fatto grazie al contratto a chiamata della azienda dove
lavorava (VE), la quale è stata condannata ad un risarcimento ed alla
reintegra con un contratto a tempo indeterminato, con recente sentenza del
Tribunale di Venezia su cui entreremo nel merito con un comunicato a parte.

A Frosinone sono due le vertenze legali in attesa di processo per due
licenziamenti alla Pigliacelli. A Bologna è in corso una procedura in
relazione ad un infortunio avvenuto alla Arcese ad un autista di una ditta
terza. A Rovigo stiamo presentando vari ricorsi di lavoratori che si stanno
rivolgendo a noi, della MZ e ditte terze. A Marghera sono stati sequestrati
numerosi rimorchi e semirimorchi nell'area da noi denunciata a dicembre allo
Spisal, di via Bottenigo, alla Trusendi-Cargo Line.

La situazione in Bommartini si sta.....

VIDEO_Oggi ancora FASCISMO all'ALFA ROMEO di ARESE. Venerdì ore 10-17 all'ALFA ASSEMBLEA NAZIONALE OPERAIA




http://youtu.be/4fexxTVAHYU
http://www.youtube.com/slaicobas

17 aprile 2012_Alfa Romeo di Arese.
Ancora_FASCISMO all'ALFA ROMEO di ARESE.

Questa mattina, mentre è in corso la diretta video di Mattino 5 - Mediaset,
un imponente schieramento di polizia e CC è schierato alla portineria sud
ovest dell'Alfa Romeo di Arese:
DIFENDONO IL DIRITTO DEI PADRONI DI LICENZIARE 62 LAVORATORI EX-ALFA ROMEO E
DI METTERE AL LORO POSTO LAVORATORI PRECARI E SOTTOPAGATI.
E QUESTO IN UN'AREA DOVE COMANDANO CENTRODESTRA E CENTROSINISTRA UNITI NEI
LOSCHI AFFARI...

Ma i lavoratori rimangono a testa alta e non si fanno intimidire.

Venerdì prossimo 20 aprile _ore 10-17_ assemblea nazionale operaia Slai
Cobas presso il salone del CdF dell'Alfa Romeo di Arese.

NO ALL'IMBROGLIO SULL'ART. 18

lo slai cobas per il sindacato di classe appoggia tutti gli appelli a difesa 
dell'art.18
anche se riteniamo che gli appelli alla camusso non cambino la situazione
il nostro invito è oltre alla partecipazione degli scioperi
a fare presidi e occupazioni delle sedi sindacali, sedi CGIL compresi

slai cobas per il sindacato di classe
cobasta@libero.it


«no all'imbroglio sull'articolo 18»
I sottoscritti Rappresentanti Sindacali CGIL chiedono a Susanna Camusso e 
alla Segreteria Nazionale CGIL di modificare il parere positivo espresso in 
merito al DDL sul Mercato del Lavoro, relativamente alle modifiche apportate 
all’articolo 18.

Siamo davanti ad una controriforma che, .......

Dalmine, tute blu in rivolta


Scioperi, cortei e presidi contro la riforma del lavoro. Lunedì mattina movimentato a Dalmine con i cortei degli operai della Tenaris e della ABB che hanno bloccato il rondò vicino al casello dell'autostrada.

Dalmine, tute blu in rivolta
Traffico bloccato e scontri
tra poliziotti e operai

Il rondò che porta all'autostrada A4, la tangenziale sud e parte della ex statale 525 a Dalmine sono stati bloccati per più di due ore. Solamente dopo mezzogiorno la tangenziale sud è stata sgombrata dalle forze dell'ordine per permettere al traffico di scorrere.
A bloccare le strade sono gli operai della Tenaris che hanno accolto la proposta della Fiom-Cgil di protestare contro la riforma del lavoro.
Una mattinata movimentata, quella di lunedì 16 aprile a Dalmine, dove non sono mancati gli scontri tra gli operai della Tenaris e le forze dell'ordine, polizia e carabinieri, che hanno presidiato la zona.
“Protestiamo contro il disegno di legge del Governo in materia di mercato del lavoro, perché non vediamo nel provvedimento alcuna riduzione vera della precarietà, né una universalizzazione degli ammortizzatori sociali e del sostegno al reddito per tutte le forme di lavoro e per tutte le imprese - ribadisce Eugenio Borella, segretario generale provinciale delle tute blu Cgil -. L'articolo 18 ci sembra svuotato del suo valore, perché il risarcimento economico diventa la regola di fronte ai licenziamenti senza giustificato motivo, rendendo il reintegro più un miraggio che un diritto del lavoratore. Resta anche aperta ed irrisolta la questione dell'accesso alla pensione per tutti i lavoratori coinvolti da accordi di ristrutturazione e di crisi”.

Processo Fercam a Milano


Lo Slai Cobas per il Sindacato di Classe ha dato indicazione partecipare a
chi possa farlo.
Il martedì 17 aprile a Milano alle ore 9,30 inizia il processo con carattere
di urgenza per i licenziamenti politici alla Fercam di Casale sul Sile (TV).
spacciati per "disciplinari" con dispregio della prassi e delle norme che
regolano la materia, avvenuti il 9 gennaio 2012. L'udienza era stata
inizialmente fissata al 20 marzo ma era slittata per problemi delle
notifiche degli ufficiali giudiziari di Milano.
riportiamo qui due comunicati, uno, dell'inizio della vertenza, ed uno,
successivo al licenziamento dei tre lavoratori di Casale, un cittadino del
Marocco e due dello Sri Lanka.
13-01-2012 Comunicato sui licenziamenti politici alla Fercam di Casale sul
Sile (TV) (cooperativa Genius Service di Bresso (MI))
http://www.slaicobasmarghera.org/Fercam20120112.pdf

10-01-2012 Iniziano i provocatori licenziamenti di natura antisindacale alla
Fercam di Casale sul Sile licenziato Sunil, con un licenziamento illegittimo
che fa riferimento al suo (motivato e documentato) rifiuto ad un pretestuoso
e fasullo trasferimento, proposto solo ad alcuni ns.iscritti, a ridosso
della fermata per le festività natalizie (l'unità Fercam è stata ferma dal
23 al 8 gennaio). In mancanza di rapidi dietrofront, si procederà per
ricorsi d'urgenza in Tribunale del Lavoro a Treviso. Domani 11 diffonderemo
un comunicato stampa nel merito. ALla Fercam di Casale, su 18 facchini del
magazzino, 14 erano ns.iscritti, prima delle minacce che portarono a 5
disdette. La Cgil tenne un'assemblea in stile sindacato giallo, cui
parteciparono 4 persone, il 17 dicembre, proponendo la riduzione a 7 ore di
orario.

04-01-2012 Abbiamo risposto alla lettera del legale della Genius service
operante in Fercam a Casale sul Sile, con la quale ci intimavano di non fare
il nostro lavoro. La ns.risposta è stata inviata anche alla Direzione
Provinciale del Lavoro ed alla Prefettura. La posizione della cooperativa,
cambiata rispetto alla posizione iniziale di disponibilità alla trattativa,
porterà indubbiamente ad una azione sindacale energica, anche perché si è in
presenza di una pressione antisindacale molto articolata.

19-12-2011  Il Cobas operai della Fercam appalti di Casale sul Sile contesta
la proposta emersa in assemblea della Cgil-Filt  di una riduzione di orario
a 7 ore e aggiorna la situazione della vertenza
http://www.slaicobasmarghera.org/FERCAM-CASALE-9-COMUNICATO.pdf

28-11-2011 Primo piccolo successo dei lavoratori della Fercam di Casale sul
Sile (TV)  ..........  http://www.slaicobasmarghera.org/20111128_fercam.htm


domenica 15 aprile 2012

L'"inquinamento" ILVA verso gli operai

In questi giorni l'"inquinamento" più grave sta in ciò che sta succedendo 
all'interno dell'ILva di Taranto, nell'azione combinata azienda/capi, contro 
gli operai.
Quanto è accaduto in particolare il 30 marzo, non è solo una manifestazione 
della contraddizione: difesa dell'ambiente/difesa dei posti di lavoro, ma 
una scesa in campo aperto di Riva e Direzione dell'azienda, tramite i capi 
per imporre agli operai di stare dalla parte dei loro interessi, dei loro 
profitti
Ritorniamo ai fatti per chiarezza: già lunedì 26 marzo....

venerdì 13 aprile 2012

21 aprile: MANIFESTAZIONE NAZIONALE A MILANO IN DIFESA DELLA SCUOLA STATALE, LAICA E DI TUTTI!!

lo slai cobas per il sindacato di classe sostiene questa manifestazione 
nazionale a milano

*SABATO 21 APRILE ORE 14,30*

*MANIFESTAZIONE NAZIONALE A MILANO*

*IN DIFESA DELLA SCUOLA STATALE, LAICA E DI TUTTI!!*


*CONTRO IL PDL 953 APREA (SCUOLA-AZIENDA E SOPPRESSIONE della
COLLEGIALITA’)
CONTRO LA CHIAMATA DIRETTA, INCOSTITUZIONALE E CLIENTELARE (art. 8 del PdL
146 della Regione Lombardia) *

*CONTRO I TAGLI ALLA SCUOLA, PER L'ASSUNZIONE DI TUTTI I LAVORATORI PRECARI*

La Scuola Pubblica Statale Italiana versa ormai da tempo in condizioni
gravissime a causa .....

giovedì 12 aprile 2012

Contro la persecuzione di Mimma al policlinico di Palermo

Comunicato stampa

Palermo, 10 aprile 2012

DUE MESI senza lavoro e senza stipendio: un’altra sanzione “disciplinare”
per la delegata del Policlinico… che per tutta risposta viene eletta RSU!

Un nuovo schifosissimo e vigliacco attacco alla rappresentante dello Slai
cobas.....

martedì 10 aprile 2012

opuscolo su riforma del lavoro

Quella che segue è l'inizio di un opuscolo che analizza tutta la riforma
del mercato del lavoro. Chi vuole l'opuscolo, ce lo dica e lo invieremo in
Pdf, scaricabile.

RIFORMA DEL LAVORO: Incertezza e precarietà in entrata, certezza in uscita
L'Art. 18 cuore della (contro)riforma

L'art. 1 del Capo I del Ddl mostra già il carattere reazionario di questa 
riforma, pregna di una filosofia fortemente antilavoratori secondo cui gli 
operai, i lavoratori a tempo indeterminato rappresentano l'ostacolo alla 
"crescita" (dell'economia capitalista).
Una riforma che .............

Vittoria in piazza e in tribunale lavoratori ATA

Comunicato stampa
Palermo, 10 aprile 2012

Vittoria in piazza e in Tribunale! Contro i trasferimenti illegittimi
delle lavoratrici e i lavoratori Assistenti Tecnici ex Enti locali

Dopo la settimana di proteste (manifestazioni e incontri dalla Prefettura,
all'Ufficio scolastico regionale, all'assessorato regionale alla formazione)
delle lavoratrici e dei lavoratori assistenti tecnici ex enti locali
illegittimamente trasferiti in scuole della provincia, finita con la vittoria........

fiom taranto: una lettera di dimissioni

Alla FIOM-CGIL  TUTTE LE STRUTTURE
Cara FIOM,
io sono nato sindacalmente con te nel 2001 come R.S.U. eletto dai 
lavoratori.
Sono l'ultimo dei tre moschettieri dell'ILVA di Taranto, che all'inizio 
della sua storia, con la sua lucente croce sul petto e tanto, tanto 
entusiasmo, voleva cambiare le cose, .........

lunedì 9 aprile 2012

GRAVE ATTO DI CENSURA DI GOVERNO: FORNERO OSCURA IL SITO DELLA DPL DI MODENA, DELIRIO DI ONNIPOTENZA E INCOMPETENZA

*IL MINISTERO DI ELSA FORNERO CON UN **GRAVISSIMO **ATTO
AMMINISTRATIVO  - SENZA PRECEDENTI - **CHIUDE D'AUTORITA'
IL PREZIOSO SITO WEB <http://www.dplmodena.it/> DELLA DIREZIONE
PROVINCIALE DEL LAVORO DI MODENA*
*
APPROFITTANDO DEL PERIODO FESTIVO DI PASQUA VIENE CENSURATO IL PIU'
IMPORTANTE E AGGIORNATO STRUMENTO DI INFORMAZIONE SULLE COMPLESSE NORME
DEL LAVORO: SALUTE E SICUREZZA, CONTRATTI, PENSIONI ECC. UTILIZZATO
DA MILIONI DI LAVORATORI, DELEGATI SINDACALI, IMPRESE, CONSULENTI, ECC.
ED A DISPOSIZIONE DI TUTTI I CITTADINI..............

appello disoccupati basilicata

che l'appello apra la strada alla lotta e all'organizzazione

disoccupati organizzati - slai cobas per il sindacato di classe taranto
cobasta@libero.it

 Senza lavoro a 50 anni  «Padri disoccupati  nonostante il petrolio»

POTENZA - Questo è il testo di una lettera di un gruppo disoccupati di
Viggiano over 50 inviata, tra gli altri, alla Regione, al presidente Monti e
all'Eni. La disperazione di quanti denunciano di essere considerati «né
carne, né pesce» dallo Stato. Sono soprattutto loro l'esempio delle
contraddizioni che ruotano attorno alla Basilicata del petrolio. Che più del
Texas assomiglia a scenari del Medio oriente.

Siamo tanti padri di famiglia, over cinquanta, che da un giorno all'altro si
sono ritrovati senza lavoro, .............

elezioni non democratiche alla cnh

la fiom denuncia e fa bene.. ma sono molte le elezioni non democratiche a 
cui la fiom ha dato il suo consenso in funzione anti slai cobas e
sindacalismo di base e di classe


Torino, 5 aprile 2012
COMUNICATO STAMPA
Cnh: elezioni non democratiche e non trasparenti
Ieri alla Cnh di San Mauro si sono svolte le prime votazioni per le Rsa
previste dal contratto
Fiat,.......

la miglior risposta è continuare la lotta e la mobilitazione per il lavoro,i

il coordinamento nazionale dello slai cobas per il sindacato di classe 
rinnova la sua solidarietà al delegato di bergamo aggredito a mano armata e 
ringrazia tutte le realtà operaie, proletarie e comuniste che stanno 
esprimendo solidarietà e disponibilità alla mobilitazione
da bergamo lo slai cobas, il delegato colpito, i lavoratori fanno sapere che 
la miglior risposta è continuare la lotta e la mobilitazione per il lavoro,i 
diritti degli operai, in larga parte immigrati e questo sta avvenendo e 
nella prossima settimana sono previste ulteriori assemblee, lotte e 
trattative
il coordinamento nazionale condivide questa linea e questo atteggiamento e 
per sostenerlo continua anch'esso nella informazione e mobilitazione 
solidale su scala nazionale
stiamo comunque decidendo che la direzione nazionale dello slai cobas per il 
sindacato di classe sia a bergamo nella seconda metà di aprile
per portare direttamente solidarietà e impegno e decidere insieme agli 
operai di bergamo come comunque potenziare la lotta e l'organizzazione dei 
lavoratori delle cooperative della logistica a livello nazionale


coordinamento nazionale
slai cobas per il sindacato di classe
aprile 2012

lotte siderurgiche in francia

da peacereporter

Un gruppo di venti (20) operai sta camminando lungo le strade di Francia in
una
marcia di protesta contro la chiusura degli altiforni delle storiche
acciaierie
Arcelor Mittal.....

CANCELLI CHIUSI PER SCIOPERO ALLA BOSCH DI BARI

Cancelli chiusi alla Bosch di Modugno (Ba) per lo sciopero di 8 ore 
proclamato dal
coordinamento Rsu Fiom il 4 aprile contro la riforma del mercato del lavoro 
e
l'abolizione dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori......

ASSEMBLEA OPERAIA NAZIONALE ALL’ALFA DI ARESE - 20 APRILE, ORE 10.00

La riforma del mercato del lavoro del governo Monti è solo un ulteriore, 
fondamentale, tassello di quell’attacco complessivo, economico e politico, 
che il capitale nazionale ed internazionale stanno attuando nei confronti 
della classe operaia e delle masse popolari del nostro paese.
La situazione è già insostenibile per i lavoratori, ..........

la devastazione della scuola in salsa lombarda

Supplenti chiamata diretta le graduatorie non contano
Approvata dal
Pirellone la riforma sugli inseganti precari. Il Pd: è incostituzionale

Favorevoli gli istituti cattolici, no dei sindacati. I presidi saranno
liberi di scegliere
di ANDREA MONTANARI
Via libera del Consiglio
regionale alla riforma della scuola in salsa lombarda con il professore
a chiamata, uno degli assi portanti del cosiddetto pacchetto
Crescilombardia.............

solidarietà ai no tav dalla rete europea del sindacalismo alternativo e di base

SOLIDARIETA’ AI NO TAV ITALIANI
                   Esprimiamo la massima solidarietà, complice ed attiva,
con le vittime della repressione e con l'intero movimento che lotta contro
la realizzazione della TAV: Truffa ad Alta Voracità.
                   Dove quest'inutile opera è stata realizzata si è già
dimostrata la sua natura: la distruzione di faglie acquifere e le
conseguenze sull'ambiente, i morti sul lavoro, gli intrecci tra politica,
imprenditoria e malaffare, il dispendio di risorse pubbliche, l'aumento dei
costi per i viaggiatori, la riduzione di servizi per pendolari, studenti,
lavoratori.
                   Ogni giorno la militarizzazione della Val Susa causa.........

a proposito della trasmissione di report sulla fincantieri

COMUNICATO STAMPA - 3-4-2012 - INTERESSE PUBBLICO O INTERESSE PRIVATO ? LO 
SCANDALO FINCANTIERI NON E' UN CASO ISOLATO CONTINUA E NON E' DIRIMIBILE
SENZA CAMBIARE "SISTEMA"

I sindacati confederali di Venezia si fanno belli adesso dopo la
trasmissione su Report, preconizzando una soluzione parziale e puramente
cartacea, il patto della legalità, che anche a Monfalcone è stato già fatto,
senza cambiare la situazione di una virgola, ma atando attenti a non toccare
mai Fincantieri. Peraltro continuano a tacere il fatto che è emerso nella
trasmissione, e cioè che Fincantieri sta lavorando su una piccola fetta del
mercato. Ancora una volta si tace la grande attività di denuncia lotta
vertenze legali ed autorganizzazione degli operai immigrati del Cobas.

processo per i licenziati fercam di treviso il 17 aprile a milano

lo slai cobas per il sindacato di classe fa appello per una presenza 
solidale in occasione dell'udienza

Sul fronte delle cooperative,
processo per i licenziati Fercam di Treviso si tiene in urgenza il 17 aprile
a Milano.

Geox e cooperative del trevigiano - processo permobbing a sfondo sessuale

COMUNICATO STAMPA - 3-4-2012 - RINVIATI A GIUDIZIO DUE CAPI REPARTO DELLE 
COOPERATIVE OPERANTI NEI CAPANNONI GEOX PER MOBBING A SFONDO SESSUALE

 Una operaia immigrata africana della provincia di Treviso e ns.iscritta,
operante nelle cooperative interne a Geox nel 2009 e attualmente in causa
anche per appalto illecito ed impugnazione di licenziamento (fa parte di un
gruppo di 4-5 vertenze di operai immigrati che hanno il processo iniziante
il 11 maggio a Treviso), ha visto il rinvio a giudizio dei due capi da lei
denunciati per mobbing sessuale. La lavoratrice ha denunciato che se non ci
stavi, il prezzo da pagare era il licenziamento. Ci sono state denunce e
verifiche e testimonianze, prima di giungere al processo, in cui la operaia
è assistita dall'Avv.Elisabetta Giacomelli, che ha visto la costituzione
delle parti e il rinvio per la discussione al prossimo mese di novembre.

Coop logistica: intimidazione delegato dello Slai Cobas sc

domenica 1 aprile 2012

cronache di due assemblee fiat pomigliano

Slai cobas pomigliano


Molto partecipata e tesa l’assemblea operaia di stamattina svoltasi nella sede Slai cobas di Pomigliano in cui il sindacato ha messo a punto una vera e propria controffensiva a tutto campo a tutela dei livelli occupazionali e dei diritti dei lavoratori (3.000 dei quali - di Fiat Automobiles ed ex Ergom - solo a Pomigliano, dal luglio 2013 saranno a rischio licenziamento allo scadere della cassa integrazione per cessazione di attività). A differenza della Fiom, lo Slai cobas ha impostato la strategia giudiziaria